1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Italian English

Brands Rappresentati

Auto occasione FIat 500 del 2009 

Km 180000

ben tenuta

Colore nero.

Km 82000

Eventuale passaggio incluso

 

La "Amerigo Vespucci" , la più antica "Nave Scuola" della nostra Marina,considerata uno dei gioielli della nautica e uno dei velieri piu’ belli al mondo, la Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare la cui costruzione risale al 1930. In occasione del suo 85esimo compleanno, la vedremo approdare nel porto di Genova il 10 giugno, dove restera’fino al 13, e sara’ possibile per tutti gli appassionati visitarla e immergersi nella sua lunga e affascinante storia.Progettata insieme alla gemella Cristoforo Colombo nel 1930dall’ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello dei Geni Navali, fu varata nel 1931 a Castellamare di Stabia (Napoli) dove Rotundi era direttore dei cantieri navali. Il 2 luglio parti’ alla volta di Genova dove ricevette la bandiera di combattimento e il compito di affiancare la gemella nelle attivita’ di addestramento.il veliero considerato ” la nave piu’ bella del mondo” e’ partito dal porto di La Spezia lo scorso 2 marzo pronto di nuovo a solcare il mare. Il titolo gli venne conferito nel 1962 dalla portaerei americana USS Independence durante un loro incontro nel Mediterraneo.Questo gioiello della nautica italiana sara’ nel nostro porto solo per pochi giorni, dopodiche’ riprendera’ il mare per completare il suo viaggio nei principali porti italiani in occasione della Campagna Vespucci 85 pensata per celebrare il suo 85esimo compleanno.

 

 

Saab 9-3 Sport Sedan 1.9 TiD DPF Vector Prezzo Chilometraggio € 4.000,- 180.000 km Anno: 01/2007 Carburante: Diesel Potenza: 88 kW (120 CV) Dati dell'auto: Carrozzeria: 4-Porte (5 Sedili) Cilindrata: 1910 cm3 Cambio: Manuale Consumo y medio ambiente: Classe emissioni: Euro 4 Equipaggiamento del veicolo: ABS, Airbag conducente, Airbag laterali, Airbag passeggero, Alzacristalli elettrici, Antifurto, Assetto sportivo, Autoradio, Cerchi in lega, Chiusura centralizzata, Climatizzatore, Controllo automatico trazione, Fendinebbia, Filtro antiparticolato, Immobilizzatore elettronico, Sedile posteriore sdoppiato, Sedili riscaldati, Sensore di pioggia, Sensori di parcheggio assistito posteriori, Servosterzo, Ski bag, Specchietti laterali elettrici.

DI COSA SI TRATTA - Il superbollo è un’addizionale erariale alla tassa automobilistica, ovvero un importo ulteriore da versare oltre a quello del bollo. È da specificare, però, che mentre il bollo è una tassa regionale, l’importo del superbollo finisce direttamente nelle casse dello Stato. Il superbollo, introdotto nel 2011 come tassa erariale per i veicoli con potenza superiore ai 225 Kw per un importo pari a 10 euro per ogni kW superiore a tale soglia. Nel 2012, però, la manovra Monti ha reso la tassazione più severa abbassando il limite della soglia a 185 kW e portando l’importo da pagare a 20 euro per ogni kW superiore a tale soglia.

QUANTO – Da sottolineare però che l’importo da versare si riduce in base all’anno di immatricolazione del veicolo, più il veicolo è vecchio meno sarà l’importo del superbollo. Dopo 5 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 12 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 10 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 6 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 15 anni dall’immatricolazione il superbollo di riduce a 3 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 20 anni dall’immatricolazione il superbollo non va più pagato.

COME E QUANDO - Il superbollo va pagato contestualmente al pagamento del bollo ordinario, rispettando le stesse scadenze. Per il pagamento del superbollo dovrà essere utilizzato il modello F24 e non esiste possibilità di compensazione. Andranno inseriti i dati anagrafici del soggetto versante nel campo dedicato al contribuente. Va compilata poi la sezione “Erario ed altro” inserendo la lettera A nel campo “tipo” mentre nel campo “elementi identificativi” andrà inserita la targa del veicolo. Il codice tributo da indicare è “3364” mentre per l’anno di riferimento va inserito l’anno di decorrenza della tassa automobilistica, i contribuenti il cui bollo è scaduto a dicembre 2015 dovranno, quindi, inserire l’anno 2016. Il modello F24 andrà, poi, presentato con modalità telematica da parte dei possessori di Partita Iva, mentre in modello cartaceo per chi non la possiede.

 

 

 

Alfa Romeo 147 seconda serie Black line Edition .Color Silver con tetto nero 

1.9 JTD 120cv .Anno 2006 

con 125000km 

Gommata.

Ben tenuta.Buona occasione.

Prezzo rivedibile

ABOLITA LA TASSA DI POSSESSO:

Via la tassa di possesso sulle imbarcazioni sopra i 14 metri di lunghezza. Ad annunciarlo con grande soddisfazione la Presidente di Ucina - Confindustria Nautica, Carla Demaria. “Quanto successo oggi” ha dichiarato Demaria è l’ulteriore riprova del confronto costruttivo dell’Associazione con le forze politiche e il Governo. Arriva in un momento importante, servirà a ridare fiducia al mercato”. La Tassa di Possesso sulle imbarcazioni, reintrodotta nel 2011 con il “Decreto Salva Italia” del Governo Monti era apparsa “molto punitiva per il settore sia per gli elevati importi sia perché, tra le altre cose, non teneva conto dell’età delle imbarcazioni e soprattutto per quelle di piccole dimensioni la sua incidenza era particolarmente elevata rispetto al valore reale di mercato” spiegano all’Ucina. Dopo una lunga battaglia, l’Associazione era riuscita a limitare i danni ottenendone l’abolizione per le unità fino a 14 metri e l’applicazione di parametri più congruenti con il valore delle imbarcazioni, il dimezzamento per la vela e l’esenzione per le unità commerciali. “Per la seconda volta in quindici anni” sottolinea la Presidente Demaria “il Governo si rende conto che si tratta di un provvedimento inutile e demagogico e che il suo effetto è molto pesante per le reazioni indotte al mercato”. Vale la pena ricordare che anche la tassa di stazionamento, che sul piano finanziario aveva più o meno gli stessi effetti, era stata abolita nel 2003: costavano più il suo incasso e la sua gestione che il gettito ottenuto.

Fonte Ucina - Confindustria Nautica.

Offresi Telaio Completo Kart della Birel.

Modello 2014 .

Usato molto poco.

Cambio solo per passaggio a modello 2015

Dal 5 ottobre il documento che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada è digitale. Consigli utili

Il Certificato di Proprietà dell’automobile è digitale: a partire dal 5ottobre2015 infatti il documento non è più un pezzo di carta, ma è possibile consultarlo online in qualsiasi momento. Questa è una delle misure di semplificazione amministrativa previste dalla Legge 7 agosto 2015, n.124, in linea con le disposizioni del D. Lgs n. 82/2005, noto come Codice dell’Amministrazione Digitale. Capiamo come ottenere il certificato e quali sono i vantaggi per il cittadino.

Cos’è il Certificato di Proprietà. 

Prima di analizzare i dettagli del CDPD – Certificato di Proprietà Digitale – è necessario spiegare la natura di questo documento. Il Certificato è un attestato che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada e che contiene tutte le informazioni sul veicolo. Il CDP è rilasciato dal PRA, il Pubblico Registro Automobilistico dell’Automobile Club d’Italia (ACI). Ad oggi i possessori non devono avere più una copia cartacea, dal momento che l’intera archiviazione è digitale e i Certificati sono custoditi sempre dal PRA tramite ACI informatica nei suoi sistemi.

Come ottenere il documento. A partire dal 5 ottobre, i cittadini che richiedono una formalità al PRA (ad esempio iscrizioni, trasferimenti di proprietà, annotazioni riguardo le vicende giuridiche dei veicoli ecc.), nel caso in cui sia previsto il rilascio del Certificato di Proprietà, ricevono un CDP digitale. L’utente riceve fisicamente solo una ricevuta con un codice d’accesso che consente la visualizzazione online del CDPD nelle seguenti modalità:

- lettura con smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code indicato sulla ricevuta;

- visitando l’indirizzo web presente sul tagliando rilasciato dal PRA;

- attraverso il sito ufficiale dell’ACI con il servizio “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale“.

Tenere monitorate le modifiche con la visura. Nel caso in cui siano intervenute delle modifiche dopo l’emissione del CDPD, il sistema informerà il cittadino che la situazione ha subito dei cambiamenti. Per avere informazioni aggiornate, suggeriamo di effettuare una visura al PRA, in modo da essere sicuri della situazione attuale, capire quali sono le variazioni intervenute e conoscere tutte le informazioni giuridico-patrimoniali relative al veicolo. Il proprietario del veicolo può richiedere il documento presso una delle sedi territoriali ACI PRA (al costo di 6€) oppure online attraverso il servizio “Visure della Banca dati PRA online” sul sito dell’ACI (al costo di 8,83€).

Quali sono i vantaggi. La digitalizzazione del Certificato di Proprietà presenta notevoli vantaggi, sia dal punto di vista personale, che economico ed ambientale. Nello specifico infatti, il nuovo CDPD garantisce i seguenti benefici: 

- semplificazione delle formalità previste per il PRA dalla legge e maggiore chiarezza nelle richieste;

- risparmio di tempo a livello amministrativo e per gli utenti: ogni anno si registrano 300.000 denunce di smarrimento o furto di CDP. Ciascuna pratica ha una durata di lavorazione di circa 30 minuti, senza contare il tempo impiegato dall’utente per raggiungere l’ufficio e inoltrare la pratica;

- maggiore sicurezza delle transazioni di proprietà: non sarà più possibile alterare in alcun modo il documento cartaceo;

- un notevole risparmio economico per la collettività: verrà infatti economizzato qualche milione di euro all’anno precedentemente destinato al rilascio dei duplicati;

- una netta diminuzione dell’utilizzo di carta e modulistica varia: ogni anno infatti, secondo quanto comunicato dall’ACI, vengono impiegati 30 milioni di fogli (da conservare per almeno 10 anni), legati ad aspetti burocratici.

Il nuovo Certificato di Proprietà Digitale garantirà quindi maggiore sicurezza ai cittadini e un notevole risparmio. Un importante passo in avanti in ottica di semplificazione amministrativa e di miglioramento del rapporto Amministrazione-utente.

Offresi Scooter Hupper HP 250 per espatrio .Colore Grigio Scuro.Anno 2010. Cilindrata 250 cc.

Motore Non funzionante. VEicolo destinato all'espatrio.

PEr altre info contattateci.

Famoso scooter Honda.Moto in buone condizioni.Sempre tagliandato.

Equipaggiato con marmitta "Leovince fourRoad"

Bauletto e staffa compresa nel prezzo.

 

Auto occasione FIat 500 del 2009 

Km 180000

ben tenuta

Colore nero.

Km 82000

Eventuale passaggio incluso

 

La "Amerigo Vespucci" , la più antica "Nave Scuola" della nostra Marina,considerata uno dei gioielli della nautica e uno dei velieri piu’ belli al mondo, la Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare la cui costruzione risale al 1930. In occasione del suo 85esimo compleanno, la vedremo approdare nel porto di Genova il 10 giugno, dove restera’fino al 13, e sara’ possibile per tutti gli appassionati visitarla e immergersi nella sua lunga e affascinante storia.Progettata insieme alla gemella Cristoforo Colombo nel 1930dall’ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello dei Geni Navali, fu varata nel 1931 a Castellamare di Stabia (Napoli) dove Rotundi era direttore dei cantieri navali. Il 2 luglio parti’ alla volta di Genova dove ricevette la bandiera di combattimento e il compito di affiancare la gemella nelle attivita’ di addestramento.il veliero considerato ” la nave piu’ bella del mondo” e’ partito dal porto di La Spezia lo scorso 2 marzo pronto di nuovo a solcare il mare. Il titolo gli venne conferito nel 1962 dalla portaerei americana USS Independence durante un loro incontro nel Mediterraneo.Questo gioiello della nautica italiana sara’ nel nostro porto solo per pochi giorni, dopodiche’ riprendera’ il mare per completare il suo viaggio nei principali porti italiani in occasione della Campagna Vespucci 85 pensata per celebrare il suo 85esimo compleanno.

 

 

Saab 9-3 Sport Sedan 1.9 TiD DPF Vector Prezzo Chilometraggio € 4.000,- 180.000 km Anno: 01/2007 Carburante: Diesel Potenza: 88 kW (120 CV) Dati dell'auto: Carrozzeria: 4-Porte (5 Sedili) Cilindrata: 1910 cm3 Cambio: Manuale Consumo y medio ambiente: Classe emissioni: Euro 4 Equipaggiamento del veicolo: ABS, Airbag conducente, Airbag laterali, Airbag passeggero, Alzacristalli elettrici, Antifurto, Assetto sportivo, Autoradio, Cerchi in lega, Chiusura centralizzata, Climatizzatore, Controllo automatico trazione, Fendinebbia, Filtro antiparticolato, Immobilizzatore elettronico, Sedile posteriore sdoppiato, Sedili riscaldati, Sensore di pioggia, Sensori di parcheggio assistito posteriori, Servosterzo, Ski bag, Specchietti laterali elettrici.

DI COSA SI TRATTA - Il superbollo è un’addizionale erariale alla tassa automobilistica, ovvero un importo ulteriore da versare oltre a quello del bollo. È da specificare, però, che mentre il bollo è una tassa regionale, l’importo del superbollo finisce direttamente nelle casse dello Stato. Il superbollo, introdotto nel 2011 come tassa erariale per i veicoli con potenza superiore ai 225 Kw per un importo pari a 10 euro per ogni kW superiore a tale soglia. Nel 2012, però, la manovra Monti ha reso la tassazione più severa abbassando il limite della soglia a 185 kW e portando l’importo da pagare a 20 euro per ogni kW superiore a tale soglia.

QUANTO – Da sottolineare però che l’importo da versare si riduce in base all’anno di immatricolazione del veicolo, più il veicolo è vecchio meno sarà l’importo del superbollo. Dopo 5 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 12 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 10 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 6 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 15 anni dall’immatricolazione il superbollo di riduce a 3 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 20 anni dall’immatricolazione il superbollo non va più pagato.

COME E QUANDO - Il superbollo va pagato contestualmente al pagamento del bollo ordinario, rispettando le stesse scadenze. Per il pagamento del superbollo dovrà essere utilizzato il modello F24 e non esiste possibilità di compensazione. Andranno inseriti i dati anagrafici del soggetto versante nel campo dedicato al contribuente. Va compilata poi la sezione “Erario ed altro” inserendo la lettera A nel campo “tipo” mentre nel campo “elementi identificativi” andrà inserita la targa del veicolo. Il codice tributo da indicare è “3364” mentre per l’anno di riferimento va inserito l’anno di decorrenza della tassa automobilistica, i contribuenti il cui bollo è scaduto a dicembre 2015 dovranno, quindi, inserire l’anno 2016. Il modello F24 andrà, poi, presentato con modalità telematica da parte dei possessori di Partita Iva, mentre in modello cartaceo per chi non la possiede.

 

 

 

Alfa Romeo 147 seconda serie Black line Edition .Color Silver con tetto nero 

1.9 JTD 120cv .Anno 2006 

con 125000km 

Gommata.

Ben tenuta.Buona occasione.

Prezzo rivedibile

ABOLITA LA TASSA DI POSSESSO:

Via la tassa di possesso sulle imbarcazioni sopra i 14 metri di lunghezza. Ad annunciarlo con grande soddisfazione la Presidente di Ucina - Confindustria Nautica, Carla Demaria. “Quanto successo oggi” ha dichiarato Demaria è l’ulteriore riprova del confronto costruttivo dell’Associazione con le forze politiche e il Governo. Arriva in un momento importante, servirà a ridare fiducia al mercato”. La Tassa di Possesso sulle imbarcazioni, reintrodotta nel 2011 con il “Decreto Salva Italia” del Governo Monti era apparsa “molto punitiva per il settore sia per gli elevati importi sia perché, tra le altre cose, non teneva conto dell’età delle imbarcazioni e soprattutto per quelle di piccole dimensioni la sua incidenza era particolarmente elevata rispetto al valore reale di mercato” spiegano all’Ucina. Dopo una lunga battaglia, l’Associazione era riuscita a limitare i danni ottenendone l’abolizione per le unità fino a 14 metri e l’applicazione di parametri più congruenti con il valore delle imbarcazioni, il dimezzamento per la vela e l’esenzione per le unità commerciali. “Per la seconda volta in quindici anni” sottolinea la Presidente Demaria “il Governo si rende conto che si tratta di un provvedimento inutile e demagogico e che il suo effetto è molto pesante per le reazioni indotte al mercato”. Vale la pena ricordare che anche la tassa di stazionamento, che sul piano finanziario aveva più o meno gli stessi effetti, era stata abolita nel 2003: costavano più il suo incasso e la sua gestione che il gettito ottenuto.

Fonte Ucina - Confindustria Nautica.

Offresi Telaio Completo Kart della Birel.

Modello 2014 .

Usato molto poco.

Cambio solo per passaggio a modello 2015

Dal 5 ottobre il documento che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada è digitale. Consigli utili

Il Certificato di Proprietà dell’automobile è digitale: a partire dal 5ottobre2015 infatti il documento non è più un pezzo di carta, ma è possibile consultarlo online in qualsiasi momento. Questa è una delle misure di semplificazione amministrativa previste dalla Legge 7 agosto 2015, n.124, in linea con le disposizioni del D. Lgs n. 82/2005, noto come Codice dell’Amministrazione Digitale. Capiamo come ottenere il certificato e quali sono i vantaggi per il cittadino.

Cos’è il Certificato di Proprietà. 

Prima di analizzare i dettagli del CDPD – Certificato di Proprietà Digitale – è necessario spiegare la natura di questo documento. Il Certificato è un attestato che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada e che contiene tutte le informazioni sul veicolo. Il CDP è rilasciato dal PRA, il Pubblico Registro Automobilistico dell’Automobile Club d’Italia (ACI). Ad oggi i possessori non devono avere più una copia cartacea, dal momento che l’intera archiviazione è digitale e i Certificati sono custoditi sempre dal PRA tramite ACI informatica nei suoi sistemi.

Come ottenere il documento. A partire dal 5 ottobre, i cittadini che richiedono una formalità al PRA (ad esempio iscrizioni, trasferimenti di proprietà, annotazioni riguardo le vicende giuridiche dei veicoli ecc.), nel caso in cui sia previsto il rilascio del Certificato di Proprietà, ricevono un CDP digitale. L’utente riceve fisicamente solo una ricevuta con un codice d’accesso che consente la visualizzazione online del CDPD nelle seguenti modalità:

- lettura con smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code indicato sulla ricevuta;

- visitando l’indirizzo web presente sul tagliando rilasciato dal PRA;

- attraverso il sito ufficiale dell’ACI con il servizio “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale“.

Tenere monitorate le modifiche con la visura. Nel caso in cui siano intervenute delle modifiche dopo l’emissione del CDPD, il sistema informerà il cittadino che la situazione ha subito dei cambiamenti. Per avere informazioni aggiornate, suggeriamo di effettuare una visura al PRA, in modo da essere sicuri della situazione attuale, capire quali sono le variazioni intervenute e conoscere tutte le informazioni giuridico-patrimoniali relative al veicolo. Il proprietario del veicolo può richiedere il documento presso una delle sedi territoriali ACI PRA (al costo di 6€) oppure online attraverso il servizio “Visure della Banca dati PRA online” sul sito dell’ACI (al costo di 8,83€).

Quali sono i vantaggi. La digitalizzazione del Certificato di Proprietà presenta notevoli vantaggi, sia dal punto di vista personale, che economico ed ambientale. Nello specifico infatti, il nuovo CDPD garantisce i seguenti benefici: 

- semplificazione delle formalità previste per il PRA dalla legge e maggiore chiarezza nelle richieste;

- risparmio di tempo a livello amministrativo e per gli utenti: ogni anno si registrano 300.000 denunce di smarrimento o furto di CDP. Ciascuna pratica ha una durata di lavorazione di circa 30 minuti, senza contare il tempo impiegato dall’utente per raggiungere l’ufficio e inoltrare la pratica;

- maggiore sicurezza delle transazioni di proprietà: non sarà più possibile alterare in alcun modo il documento cartaceo;

- un notevole risparmio economico per la collettività: verrà infatti economizzato qualche milione di euro all’anno precedentemente destinato al rilascio dei duplicati;

- una netta diminuzione dell’utilizzo di carta e modulistica varia: ogni anno infatti, secondo quanto comunicato dall’ACI, vengono impiegati 30 milioni di fogli (da conservare per almeno 10 anni), legati ad aspetti burocratici.

Il nuovo Certificato di Proprietà Digitale garantirà quindi maggiore sicurezza ai cittadini e un notevole risparmio. Un importante passo in avanti in ottica di semplificazione amministrativa e di miglioramento del rapporto Amministrazione-utente.

Offresi Scooter Hupper HP 250 per espatrio .Colore Grigio Scuro.Anno 2010. Cilindrata 250 cc.

Motore Non funzionante. VEicolo destinato all'espatrio.

PEr altre info contattateci.

Famoso scooter Honda.Moto in buone condizioni.Sempre tagliandato.

Equipaggiato con marmitta "Leovince fourRoad"

Bauletto e staffa compresa nel prezzo.

 

Auto occasione FIat 500 del 2009 

Km 180000

ben tenuta

Colore nero.

Km 82000

Eventuale passaggio incluso

 

La "Amerigo Vespucci" , la più antica "Nave Scuola" della nostra Marina,considerata uno dei gioielli della nautica e uno dei velieri piu’ belli al mondo, la Amerigo Vespucci, la nave scuola della Marina Militare la cui costruzione risale al 1930. In occasione del suo 85esimo compleanno, la vedremo approdare nel porto di Genova il 10 giugno, dove restera’fino al 13, e sara’ possibile per tutti gli appassionati visitarla e immergersi nella sua lunga e affascinante storia.Progettata insieme alla gemella Cristoforo Colombo nel 1930dall’ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello dei Geni Navali, fu varata nel 1931 a Castellamare di Stabia (Napoli) dove Rotundi era direttore dei cantieri navali. Il 2 luglio parti’ alla volta di Genova dove ricevette la bandiera di combattimento e il compito di affiancare la gemella nelle attivita’ di addestramento.il veliero considerato ” la nave piu’ bella del mondo” e’ partito dal porto di La Spezia lo scorso 2 marzo pronto di nuovo a solcare il mare. Il titolo gli venne conferito nel 1962 dalla portaerei americana USS Independence durante un loro incontro nel Mediterraneo.Questo gioiello della nautica italiana sara’ nel nostro porto solo per pochi giorni, dopodiche’ riprendera’ il mare per completare il suo viaggio nei principali porti italiani in occasione della Campagna Vespucci 85 pensata per celebrare il suo 85esimo compleanno.

 

 

Saab 9-3 Sport Sedan 1.9 TiD DPF Vector Prezzo Chilometraggio € 4.000,- 180.000 km Anno: 01/2007 Carburante: Diesel Potenza: 88 kW (120 CV) Dati dell'auto: Carrozzeria: 4-Porte (5 Sedili) Cilindrata: 1910 cm3 Cambio: Manuale Consumo y medio ambiente: Classe emissioni: Euro 4 Equipaggiamento del veicolo: ABS, Airbag conducente, Airbag laterali, Airbag passeggero, Alzacristalli elettrici, Antifurto, Assetto sportivo, Autoradio, Cerchi in lega, Chiusura centralizzata, Climatizzatore, Controllo automatico trazione, Fendinebbia, Filtro antiparticolato, Immobilizzatore elettronico, Sedile posteriore sdoppiato, Sedili riscaldati, Sensore di pioggia, Sensori di parcheggio assistito posteriori, Servosterzo, Ski bag, Specchietti laterali elettrici.

DI COSA SI TRATTA - Il superbollo è un’addizionale erariale alla tassa automobilistica, ovvero un importo ulteriore da versare oltre a quello del bollo. È da specificare, però, che mentre il bollo è una tassa regionale, l’importo del superbollo finisce direttamente nelle casse dello Stato. Il superbollo, introdotto nel 2011 come tassa erariale per i veicoli con potenza superiore ai 225 Kw per un importo pari a 10 euro per ogni kW superiore a tale soglia. Nel 2012, però, la manovra Monti ha reso la tassazione più severa abbassando il limite della soglia a 185 kW e portando l’importo da pagare a 20 euro per ogni kW superiore a tale soglia.

QUANTO – Da sottolineare però che l’importo da versare si riduce in base all’anno di immatricolazione del veicolo, più il veicolo è vecchio meno sarà l’importo del superbollo. Dopo 5 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 12 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 10 anni dall’immatricolazione il superbollo si riduce a 6 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 15 anni dall’immatricolazione il superbollo di riduce a 3 euro per ogni kW eccedente i 185. Dopo 20 anni dall’immatricolazione il superbollo non va più pagato.

COME E QUANDO - Il superbollo va pagato contestualmente al pagamento del bollo ordinario, rispettando le stesse scadenze. Per il pagamento del superbollo dovrà essere utilizzato il modello F24 e non esiste possibilità di compensazione. Andranno inseriti i dati anagrafici del soggetto versante nel campo dedicato al contribuente. Va compilata poi la sezione “Erario ed altro” inserendo la lettera A nel campo “tipo” mentre nel campo “elementi identificativi” andrà inserita la targa del veicolo. Il codice tributo da indicare è “3364” mentre per l’anno di riferimento va inserito l’anno di decorrenza della tassa automobilistica, i contribuenti il cui bollo è scaduto a dicembre 2015 dovranno, quindi, inserire l’anno 2016. Il modello F24 andrà, poi, presentato con modalità telematica da parte dei possessori di Partita Iva, mentre in modello cartaceo per chi non la possiede.

 

 

 

Alfa Romeo 147 seconda serie Black line Edition .Color Silver con tetto nero 

1.9 JTD 120cv .Anno 2006 

con 125000km 

Gommata.

Ben tenuta.Buona occasione.

Prezzo rivedibile

ABOLITA LA TASSA DI POSSESSO:

Via la tassa di possesso sulle imbarcazioni sopra i 14 metri di lunghezza. Ad annunciarlo con grande soddisfazione la Presidente di Ucina - Confindustria Nautica, Carla Demaria. “Quanto successo oggi” ha dichiarato Demaria è l’ulteriore riprova del confronto costruttivo dell’Associazione con le forze politiche e il Governo. Arriva in un momento importante, servirà a ridare fiducia al mercato”. La Tassa di Possesso sulle imbarcazioni, reintrodotta nel 2011 con il “Decreto Salva Italia” del Governo Monti era apparsa “molto punitiva per il settore sia per gli elevati importi sia perché, tra le altre cose, non teneva conto dell’età delle imbarcazioni e soprattutto per quelle di piccole dimensioni la sua incidenza era particolarmente elevata rispetto al valore reale di mercato” spiegano all’Ucina. Dopo una lunga battaglia, l’Associazione era riuscita a limitare i danni ottenendone l’abolizione per le unità fino a 14 metri e l’applicazione di parametri più congruenti con il valore delle imbarcazioni, il dimezzamento per la vela e l’esenzione per le unità commerciali. “Per la seconda volta in quindici anni” sottolinea la Presidente Demaria “il Governo si rende conto che si tratta di un provvedimento inutile e demagogico e che il suo effetto è molto pesante per le reazioni indotte al mercato”. Vale la pena ricordare che anche la tassa di stazionamento, che sul piano finanziario aveva più o meno gli stessi effetti, era stata abolita nel 2003: costavano più il suo incasso e la sua gestione che il gettito ottenuto.

Fonte Ucina - Confindustria Nautica.

Offresi Telaio Completo Kart della Birel.

Modello 2014 .

Usato molto poco.

Cambio solo per passaggio a modello 2015

Dal 5 ottobre il documento che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada è digitale. Consigli utili

Il Certificato di Proprietà dell’automobile è digitale: a partire dal 5ottobre2015 infatti il documento non è più un pezzo di carta, ma è possibile consultarlo online in qualsiasi momento. Questa è una delle misure di semplificazione amministrativa previste dalla Legge 7 agosto 2015, n.124, in linea con le disposizioni del D. Lgs n. 82/2005, noto come Codice dell’Amministrazione Digitale. Capiamo come ottenere il certificato e quali sono i vantaggi per il cittadino.

Cos’è il Certificato di Proprietà. 

Prima di analizzare i dettagli del CDPD – Certificato di Proprietà Digitale – è necessario spiegare la natura di questo documento. Il Certificato è un attestato che dimostra la proprietà di un mezzo a motore su strada e che contiene tutte le informazioni sul veicolo. Il CDP è rilasciato dal PRA, il Pubblico Registro Automobilistico dell’Automobile Club d’Italia (ACI). Ad oggi i possessori non devono avere più una copia cartacea, dal momento che l’intera archiviazione è digitale e i Certificati sono custoditi sempre dal PRA tramite ACI informatica nei suoi sistemi.

Come ottenere il documento. A partire dal 5 ottobre, i cittadini che richiedono una formalità al PRA (ad esempio iscrizioni, trasferimenti di proprietà, annotazioni riguardo le vicende giuridiche dei veicoli ecc.), nel caso in cui sia previsto il rilascio del Certificato di Proprietà, ricevono un CDP digitale. L’utente riceve fisicamente solo una ricevuta con un codice d’accesso che consente la visualizzazione online del CDPD nelle seguenti modalità:

- lettura con smartphone o altro dispositivo idoneo del QR-code indicato sulla ricevuta;

- visitando l’indirizzo web presente sul tagliando rilasciato dal PRA;

- attraverso il sito ufficiale dell’ACI con il servizio “Consulta il Certificato di Proprietà Digitale“.

Tenere monitorate le modifiche con la visura. Nel caso in cui siano intervenute delle modifiche dopo l’emissione del CDPD, il sistema informerà il cittadino che la situazione ha subito dei cambiamenti. Per avere informazioni aggiornate, suggeriamo di effettuare una visura al PRA, in modo da essere sicuri della situazione attuale, capire quali sono le variazioni intervenute e conoscere tutte le informazioni giuridico-patrimoniali relative al veicolo. Il proprietario del veicolo può richiedere il documento presso una delle sedi territoriali ACI PRA (al costo di 6€) oppure online attraverso il servizio “Visure della Banca dati PRA online” sul sito dell’ACI (al costo di 8,83€).

Quali sono i vantaggi. La digitalizzazione del Certificato di Proprietà presenta notevoli vantaggi, sia dal punto di vista personale, che economico ed ambientale. Nello specifico infatti, il nuovo CDPD garantisce i seguenti benefici: 

- semplificazione delle formalità previste per il PRA dalla legge e maggiore chiarezza nelle richieste;

- risparmio di tempo a livello amministrativo e per gli utenti: ogni anno si registrano 300.000 denunce di smarrimento o furto di CDP. Ciascuna pratica ha una durata di lavorazione di circa 30 minuti, senza contare il tempo impiegato dall’utente per raggiungere l’ufficio e inoltrare la pratica;

- maggiore sicurezza delle transazioni di proprietà: non sarà più possibile alterare in alcun modo il documento cartaceo;

- un notevole risparmio economico per la collettività: verrà infatti economizzato qualche milione di euro all’anno precedentemente destinato al rilascio dei duplicati;

- una netta diminuzione dell’utilizzo di carta e modulistica varia: ogni anno infatti, secondo quanto comunicato dall’ACI, vengono impiegati 30 milioni di fogli (da conservare per almeno 10 anni), legati ad aspetti burocratici.

Il nuovo Certificato di Proprietà Digitale garantirà quindi maggiore sicurezza ai cittadini e un notevole risparmio. Un importante passo in avanti in ottica di semplificazione amministrativa e di miglioramento del rapporto Amministrazione-utente.

Offresi Scooter Hupper HP 250 per espatrio .Colore Grigio Scuro.Anno 2010. Cilindrata 250 cc.

Motore Non funzionante. VEicolo destinato all'espatrio.

PEr altre info contattateci.

Famoso scooter Honda.Moto in buone condizioni.Sempre tagliandato.

Equipaggiato con marmitta "Leovince fourRoad"

Bauletto e staffa compresa nel prezzo.

 

banner usato

contattaci

mappa

Questo sito fa utilizzo di cookies per effettuare statistiche in forma anonima e per migliorare l'esperienza degli utenti durante la navigazione. Per saperne di più visita la pagina Privacy Policy.

Accetto cookies da questo sito.